Blog Single

11 Feb

“Asana”, le posizioni dello Yoga

posizioni Yoga

In molti ci avete chiesto quale sia il segreto “Asana”. L’efficacia dipende dalla durata con cui si tengono. Si va dai pochi secondi dei principianti, passando per i cinque minuti degli esperti, fino ad arrivare per le ore dei maestri.

Di seguito alcune pozioni molto semplici. Vediamole insieme:

ALBERO (Vrikâsana) Migliora l’equilibrio e la stabilità del fisico.  Benefici: Psicologici che conducono a un equilibrio neuromuscolare.

FULMINE (Vajrâsana) Rafforza i muscoli delle gambe e della schiena. Benefici: porta alla correzione dell’iperlordosi lombare e della cifosi dorsale.

PINZA (Paschimottanâsana) Distensione completa della colonna vertebrale e tonificazione dei legamenti nervosi. Benefici: Regolarizza la circolazione linfatica.

PILASTRO (Uttâna Stambâsana) Tendere le braccia con mani intrecciate sotto la schiena. Gambe sollevate e mantenimento della posizione facendo respiri regolari. Benefici: miglioramenti della circolazione del sangue delle gambe e tonificazione di addome e bacino.

BARCA (Navâsana) Mantenere l’equilibrio sui glutei. Benefici: Tonificazione della muscolatura lombare e addominale.

RILASSAMENTO o Savasâna.

Related Posts